Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

TRASFERTA SALENTINA AGRODOLCE: LIBERTAS ANCORA BATTUTA AL FOTOFINISH

Mercoledì 14 Novembre 2018 in News

Non è facile tornare a casa a mani vuote, dopo una lunga trasferta, ed è ancora più dura se all'intervallo il risultato della partita pendeva dalla propria parte. Eppure, la prestazione offerta domenica al pubblico leccese non è da buttare. La Libertas se l'è giocata alla pari con la Pallacanestro Lupa Lecce, mostrando, a tratti, una superiorità fisica e tecnica che faceva ben sperare i tifosi altamurani accorsi al Palazzetto Ventura. Ma veniamo al match.
Coach Cotrufo conferma in quintetto Riccardo Trevisan, in parabola ascendente da quando è approdato in terra pugliese. Insieme a lui, partono nello starting five Radovic, Castoro, Spampinato e Rey Prado. Dall'altra parte, la capolista del girone è costretta a fare ancora a meno di Matteo Malaventura, il giocatore più esperto e carismaticamente più importante della squadra. Sandro Di Salvatore, quindi, schiera Salamina, Durini, Brajkovic, Vranjkovic e Mocavero. Nel primo quarto, è importante l'impatto di Trevisan, dominante nel pitturato e ben servito dai proprio compagni, e di Castoro, autore di due triple nei primi dieci minuti. Le ottime percentuali della Pasta Lori le permettono di tenere a debita distanza gli avversari, capaci di non affondare grazie, soprattutto, a Brajkovic e Vranjkovic. 
Nel secondo quarto, la musica non cambia e, anzi, la Libertas allunga, fino a toccare il +12. La Lupa Lecce ha il merito di tenere botta e di provare a rispondere ai colpi degli ospiti, nonostante la rotazione decisamente limitata. Si va negli spogliatoi con il risultato di 34-43.
Al rientro in campo, i murgiani non riescono a ripetere quanto messo in mostra nella prima parte della gara. L'intensità cala e le conclusioni, meno pulite rispetto ai venti minuti precedenti, faticano ad entrare. I leccesi si fanno sotto, coordinati da un ottimo Salamina, che chiuderà con 18 punti, 5 rimbalzi e 6 assist. A dargli una mano ci pensano anche Durini e il redivivo Mocavero. Per gli altamurani, c'è Barozzi a dare la carica, autore di due schiacciate, la prima delle quali parecchio spettacolare, insieme a Norman Rey, sempre particolarmente preciso al tiro. Punto dopo punto, Lecce riesce a mettere la freccia e a iniziare la quarta frazione in vantaggio di un punto, 57-56.
L'ultimo quarto vede le due compagini stanche e poco concrete (5/14 dal campo per i leccesi, 3/15 per gli altamurani). La palla pesa e ogni punto potrebbe essere decisivo. Nei primi cinque minuti dell'ultimo periodo, la Libertas piazza un parziale di 7-2, portandosi avanti di 4 punti, ma non basta. Gli avversari creano un controparziale di 10-2 (gli unici punti degli altamurani sono messi a segno da Barozzi, che porta la partita in parità a quota 65, prima del definitivo allungo di Lecce), il cui protagonista è l'inatteso Nolli, il quale segna due canestri da tre che, insieme a una penetrazione di Salamina, consegnano la vittoria a Di Salvatore e i suoi.
Le non perfette condizioni fisiche di De Bartolo e l'inusuale serata storta di Spampinato, sicuramente uno dei migliori della squadra in questa prima parte di campionato, insieme al calo verticale dell'intero roster biancorosso nella seconda metà di gara, hanno contribuito alla sconfitta della Libertas, che avrà, domenica, la possibilità di rifarsi contro la Nuova PetrolMenga Ceglie 2001, anch'essa battuta nell'ultima giornata di campionato.
Si giocherà domenica pomeriggio, alle ore 18.00, presso il PalaPiccinni.

GLS Pallacanestro Lupa Lecce: Brajkovic J. 8, Rizzato A. ne, Malaventura M. ne, Nolli L. 12, Vranjkovic M. 12, Colucci N., Mocavero M. (C) 9, Durini F. 10, Quaranta G., Salamina S. 18.
All.re: Di Salvatore S.

Pasta Lori Libertas Altamura: Casareale M. ne, Radovic M. 6, Coretti A. ne, Castoro M. 13, De Bartolo V. (C) 4, Vignola I. 3, Rey Prado N. 15, Trevisan R. 8, Barozzi D. 12, Spampinato A. 4.
All.re: Cotrufo L.